04/05/2018

04.05.2018 FISCO: Emanate le prime soluzioni operative sulla Fatturazione elettronica. A partire dal 1 di luglio 2018 le cessioni di carburanti effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato sarà soggetta all’obbligo di fatturazione esclusivamente in modalità elettronica. Tale disposizione, che riguarda anche i sub appaltatori delle Pubbliche amministrazioni, è stata come noto introdotta con la Legge 27 dicembre 2017 n. 205 (manovra 2018) e rappresenta il primo vero importante passo verso la rivoluzione digitale del fisco, che vedrà l’obbligo di emissione di fattura elettronica, estesa a tutti i soggetti a partire dal1° gennaio 2019, con l’esclusione di contribuenti minimi e forfettari. Con specifico riferimento al settore carburanti, lo scorso 30 aprile sono stati diramati la Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 8/E, nonché il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate prot. 89757, che forniscono una serie di chiarimenti sulla concreta applicazione della fatturazione elettronica. Accolte numerose richieste di semplificazione avanzate dalle Organizzazioni di rappresentanza delle imprese nell’ambito del Forum italiano sulla fatturazione elettronica, coordinato dall’Agenzia delle Entrate. Nessuna novità invece per quanto riguarda l’auspicato rinvio dell’obbligo di fatturazione elettronica per la cessione dei carburanti e la previsione di un periodo di sperimentazione, aspetti sui quali sarà necessario attendere il nuovo Governo.

04.05.2018 BENI CULTURALI: Firmato il 24 aprile 2018 il Decreto recante i Criteri di accesso al Fondo per il programma di attività in occasione dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018. Al bando possono partecipare le amministrazioni pubbliche, le istituzioni culturali e scientifiche, le fondazioni, associazioni, società, imprese con sede in Italia o in uno dei Paesi dell’Unione europea, ma la cui attività si svolga prevalentemente in Italia, che hanno ottenuto la concessione del logo dell’Anno europeo. Il 21 maggio 2018 scade il termine per la presentazione delle domande delle iniziative attuate, in corso, da attuarsi o avviarsi nel 1° semestre 2018, ed entro il 15 settembre 2018 per quelle da attuarsi o avviarsi nel 2° semestre 2018. Il finanziamento richiesto non potrà superare il 50% del budget effettivo e non potrà eccedere il limite di 10.000 euro. Maggiori informazioni su www.beniculturali.it

04.05.2018 MOVIMPRESE I° TRIMESTRE 2018: Diminuiscono le chiusure ma il saldo resta negativo -15mila imprese nel I° trimestre 2018. 17mila società di capitali in più, 24mila imprese individuali in meno. Meno imprese abbassano le saracinesche, ma rallentano anche le nuove aperture. Chiude in rosso il bilancio dei primi tre mesi di quest’anno - un trimestre che tradizionalmente registra un segno meno all’anagrafe delle Camere di commercio  -  con una perdita di  15.401 imprese. Lo stesso saldo negativo di 12 mesi fa, quando all’appello mancarono 15.905 aziende. Tra gennaio e marzo 2018 si è registrato  un ulteriore rallentamento delle iscrizioni di nuove imprese (2.700 in meno rispetto al primo trimestre dell’anno scorso, pari ad una contrazione del 2,4%) e la contemporanea diminuzione delle cessazioni (circa 3mila unità in meno rispetto al primo trimestre 2017, pari ad un rallentamento del 2,5%). In conseguenza di queste due dinamiche, lo stock delle imprese esistenti a fine marzo si è attestato a 6.070.191 unità, di cui 1.315.304 (il 21,7%) artigiane. E’ questa -  in estrema sintesi - la dinamica che emerge dalla lettura dei dati ufficiali sulla natalità e mortalità delle imprese italiane nel I° trimestre 2018, diffusi da Unioncamere - InfoCamere.  Tutti i dati sono disponibili online all’indirizzo www.infocamere.it .
 



© 2015 - CASARTIGIANI - Confederazione Autonoma Sindacati Artigiani - Realizzazione siti web - web marketing