21/06/2017

“PIUTTOSTO CHE SCHIATTA’ DE RABBIA” MI ADATTO…

“Er giorno stesso che la capinera / fu fatta priggioniera / ingabbiata che fu / nun volli cantà più. / E disse: - Come posso / restà lontana dar boschetto mio / dove ciò er nido su l’Abete rosso? / - Ringrazia Iddio che non t’è annata peggio / - trillò un Canario che je stava accanto / - pur’io sur primo ciò sofferto tanto / ma poi ripresi subito er gorgheggio. / E mo piuttosto che schiattà de rabbia / m’adatto a fa’ li voli su misura: / me bevo er Celo e canto a la natura / che vedo tra li ferri de la gabbia (Trilussa)



© 2015 - CASARTIGIANI - Confederazione Autonoma Sindacati Artigiani - Realizzazione siti web - web marketing