14/03/2017

da “Il Resto del Carlino” del 14/03/2017

SUBITO CINQUANTA milioni per i danni indiretti dal terremoto e l’istituzione di zone franche: questi i due principali emendamenti proposti da Rete Imprese Italia, che mette insieme Cna, Confartigianato, Confcommercio, Casartigiani e Confesercenti.
Un documento elaborato a livello nazionale e che è stato redatto raccogliendo gli spunti arrivati dal territorio e raccolti dalle stesse associazioni: quindi le richieste di modifica al testo del decreto sono essenzialmente queste due. Per le zone franche un passaggio essenziale è l’esenzione dalle imposte sui redditi fino a un massimo di100mila euro, dall’Irap nel limite di 300mila euro, e dalle imposte municipali per gli immobili utilizzati per l’esercizio dell’attività economica.

Leggi articolo integrale allegato



© 2015 - CASARTIGIANI - Confederazione Autonoma Sindacati Artigiani - Realizzazione siti web - web marketing