04/08/2017

Roma, 4 agosto 2017 La Commissione Tributaria di Roma, nell’udienza dello scorso 5 luglio, a seguito del ricorso presentato da un’azienda di riparazione pneumatici, ha stabilito che le superfici dove si producono rifiuti speciali non sono soggette a tassazione. Tassa che invece oggi viene pagata da ben 19mila imprese.

Il ricorso è scaturito in quanto il regolamento Capitolino sui Rifiuti non è stato adeguato per tempo alla Legge n. 147/2013 che prevede invece la non tassabilità delle aree in questione. Le aree dove si producono rifiuti speciali oggi tassate, si estendono per circa 133mila mq, per un valore economico complessivo stimato intorno ai 13 milioni di euro.

Alla luce di quanto stabilito dalla Commissione Tributaria si auspica adesso una rapida modifica del regolamento comunale, al fine di porre termine definitivamente al doppio prelievo che pesa non poco sulla competitività di numerose micro imprese artigiane romane.



© 2015 - CASARTIGIANI - Confederazione Autonoma Sindacati Artigiani - Realizzazione siti web - web marketing