09/06/2018

Come avemmo occasione di dire, dopo gli incontri al Palazzo del Quirinale, rispettivamente con i Ministri Salvini e Di Maio, siamo convinti che entrambi, nella loro idea politica, hanno a cuore la PMI e comprendono bene, a differenza forse di qualcun altro, l’importanza del ruolo delle associazioni e più in generale dei corpi intermedi.
Siamo comunque consapevoli che le sfide sono anche tante altre e tutte esiziali per il destino dell’Italia e su queste incrociamo le dita e speriamo bene, per la tranquillità di tutti noi.
In tal senso, al nostro in bocca al lupo e alle nostre analisi dei giorni scorsi, abbiamo aggiunto gli auguri di buon lavoro di nostri esponenti, che significativamente hanno desiderato proporli.
Nella nostra, ormai proverbiale e ultratrentennale, autonomia dalla politica siamo stati sempre sinceramente leali, nell’interesse del Paese, con chi ha governato, disponibili all’interlocuzione e alla proposta ma pronti alla protesta, corretta, nel caso avessimo visto e vedessimo disinteresse o trascuratezza.
Fedeli a questa lealtà, nel rispetto delle iniziative unitarie di Rete Imprese Italia , a questo ideale ci atterremo.
Buon lavoro

 

***

Non è mia abitudine esprimere pareri preventivi .
Oggi ad un Governo non eletto ma nominato , posso solo augurare un sincero in Bocca al lupo con
un indirizzo  preciso:  che siano i responsabili del Governo a governare e non svolgere l’odioso ruolo di portavoce.
_

Michele Marchese
Presidente CASARTIGIANI Siracusa

***

Auguro un buon lavoro al nuovo Governo chiamato ad assumere le scelte necessarie per assicurare stabilità e benessere socio-economico alla nostra Patria termine oramai passato in disuso.
Chiedo al nuovo esecutivo che vengano mantenute le promesse elettorali di mettere al centro della propria azione l’economia reale, e in particolare l’artigianato e le piccole imprese che ne sono la famosa "spina dorsale"
Chiedo inoltre, che ci sia un effettivo riconoscimento  ed una valorizzazione dei corpi intermedi attraverso un dialogo costante che faciliterebbe, nei rispettivi ruoli,  a eliminare i nodi della fiscalità, burocrazia e difficoltà di accesso al credito
--
Sangalli Mauro
Segretario Generale
Unione Artigiani e Imprese Lodi

***


Franco Storer, Presidente Regionale Casartigiani Veneto ricordando la visita di Di Maio presso l’Associazione di Treviso gli fa le congratulazioni e gli ricorda gli impegni presi a favore della PMI 


Caro Ministro,
La presente per esprimere le nostre congratulazioni per la costituzione del nuovo Governo della Repubblica, e in particolare per i Ministeri di Tua competenza che auspichiamo possano essere fattore di rilancio per le piccole imprese come congiuntamente abbiamo convenuto in occasione della Tua recente visita alla nostra Associazione di Treviso.
Augurandoti buon lavoro, Ti invio i più cordiali saluti.

Franco Storer
Presidente RegionalE CASARTIGIANI Veneto


***

Casartigiani Marche, dopo aver ascoltato le bellissime promesse enunciate dal Ministro del Lavoro e Mise  On  DI MAIO a favore delle PMI e dell'Artigianato in genere, per quanto riguarda la ripresa economica AUGURA al Ministro ed al Governo BUON LAVORO e che siano celeri ad emanare i provvedimenti necessari per poter ripartire da questa crisi che ci attanaglia e che non dimentichino gli Artigiani delle zone terremotate che hanno colpito la nostra Regione.
Sinceri auguri

Claudio Massa
Presidente CASARTIGIANI Ascoli Piceno

 

***

Formuliamo i migliori auguri  di Buon Lavoro nell’interesse  della società tutta e che per l’Artigianato e la piccola Impresa siano adottati i provvedimenti che consentano un definitivo sviluppo.

Roberto Biondi
Segretario CASARTIGIANI Pisa

***

CASARTIGIANI Napoli esprime apprezzamento per il dicastero scelto dal capo politico dei 5Stelle Luigi Di Maio, un’assunzione di responsabilità è di impegno diretto per lo sviluppo delle imprese. Siamo certi che il sano entusiasmo dimostrato nei primi giorni si tramuterà presto in azioni concrete forti di un dialogo con i nostri vertici nazionali. 

Fabrizio Luongo
Vice Presidente CASARTIGIANI Napoli


***


Sono tanti i piccoli imprenditori che hanno dovuto chiudere la propria attività per i quali non sono previste, forme di sostegno al reddito, imprenditori che hanno chiuso per mancato pagamento dei crediti da parte della pubblica amministrazione o dei propri clienti. L’istituzione di una disoccupazione per gli imprenditori, o di forme di sostegno per ripartire, si chiede ai nuovi ministri, oltre che la riforma del diritto fallimentare che ad oggi non garantisce nessun diritto reale si creditori.

Stefano Castronuovo
Segretario CASARTIGIANI Taranto

***

"Sembrano esserci le giuste attenzioni per gli artigiani ed i commercianti che la nostra Confederazione rappresenta con orgoglio e dedizione.
Durante la campagna elettorale in un incontro tenutosi a Chieti come Casartigiani Abruzzo con l'on. Di Maio, ho avuto la possibilità di fare una breve considerazione con lui sul ruolo delle pmi, delle associazioni, dei confidi, delle camere di commercio e delle banche di credito cooperativo.
Di Maio promise che i ruoli intermedi sociali ed economici sarebbero stati rivalutati in caso di un successo elettorale del suo movimento.
Il prestigioso ruolo di governo assegnatogli oggi gli concede la possibilità di realizzare tale indirizzo politico"

Flaviano Montebello
Coordinatore CASARTIGIANI Abruzzo


***


Casartigiani Catania, esprime le più sentite congratulazioni al Presidente del Consiglio dei Ministri, augurandosi che possa al più presto iniziare un processo di rinnovamento non solo politico, ma anche del pensiero comune, intraprendendo un percorso virtuoso in grado di riportare in alto l’ Italia e gli Italiani.
Il mondo dell’Artigianato, confida che il nuovo Governo metta in atto delle misure economiche e fiscali che vadano nella direzione del sostegno alle imprese, anche giovanili e femminili, tenendo conto delle grandi differenze ancora esistenti nelle diverse regioni del nostro Paese.

Nello Molino
Presidente CASARTIGIANI Catania

 

***

Nel fare gli auguri di buon lavoro al nuovo Governo, quale rappresentante del settore economico dell’artigianato siciliano, non chiediamo assistenzialismo ma un cambiamento operativo del sistema che deve tenere conto principalmente delle esigenze delle micro e piccole imprese operanti nell’isola poiché fino ad oggi sono stati elaborati grandi progetti che avrebbero dovuto portare miglioramento ed invece hanno causato, sempre, maggiori difficolta di crescita imprenditoriale.
Riteniamo che si possa realizzare un sostanziale cambiamento dando maggiore ascolto alle organizzazioni datoriali che portano avanti le esigenze di tanti piccoli imprenditori che lavorano 24h al giorno, perché la notte pensano quello che devono fare il giorno dopo e soprattutto pensano come racimolare i soldi per pagare le TASSE, i CONTRIBUTI, i dipendenti ecc. , accollandosi anche il costo della burocrazia con cui si scontrano quotidianamente trascurando, molto spesso, il sostentamento della propria famiglia.

Maurizio Pucceri
Segretario CASARTIGIANI Palermo

 

***

Quel meraviglioso mondo degli imprenditori artigiani apprende con grande soddisfazione e sotto i migliori auspici la formazione del nuovo Governo auspicando tanta attenzione a tutte quelle imprese che formano la spina dorsale dell'economia Italiana.
Particolarmente attenzione e sensibilità chiediamo agli imprenditori del Sud che tra pressione fiscale, mafia, camorra sono costretti ogni giorno ad essere messi sotto esame, con la forza ed il coraggio di riscatto grazie all'orgoglio e all'amore che mettono nei propri lavori di bottega.
Quegli artigiani che vogliono tramandare segreti, tradizioni e cultura ai giovani di oggi, artigiani di domani.

Giuseppe Profita
Coordinatore CASARTIGIANI Sicilia

 



© 2015 - CASARTIGIANI - Confederazione Autonoma Sindacati Artigiani - Realizzazione siti web - web marketing